Loading...
// Riflessioni & Co
Riflessioni & Co 2017-07-15T09:59:57+00:00

Il Museo Effimero della Moda – un viaggio attraverso l moda, i suoi miti e i suoi oggetti iconici dall’800 ad oggi. Visto per voi dalla Vostra Consulente d’Immagine preferita

Il Museo Effimero della Moda – un viaggio attraverso la moda, i suoi miti e i suoi oggetti iconici dall’800 ad oggi. Visitato e raccontato per voi dalla vostra Consulente d’Immagine preferita!!! Palazzo Pitti , ha ospitato nelle sale della Gallaria del Costume la Mostra intitolata: Il Museo Effimero della Moda.  Un insieme di 200 esemplari, tra abiti e accessori, che illustra il grande quanto fugace incanto della moda. Ogni abito, infatti, nella sua vita normale, come in quella di esemplare museale ha un grandissimo potenziale attrattivo, diventa quasi un simbolo di eleganza e appartenenza, ma contemporaneamente già sa che passerà la più parte del suo tempo chiuso, [...]

“L’unica vera eleganza è nella mente: se ci arrivate, il resto viene da sé.” (Diana Vreeland, guru della moda e caporedattrice di Vogue America dal 1962 al 1972)

"L’unica vera eleganza è nella mente: se ci arrivate, il resto viene da sé." (Diana Vreeland, guru della moda e caporedattrice di Vogue America dal 1962 al 1972) Nata Diana Dalziel a Parigi, era figlia di padre britannico, Frederick Young Dalziel, e madre americana, Emily Key Hoffman. Gli Hoffman facevano parte dell'alta società americana, erano discendenti del fratello di George Washington oltre che cugini di Francis Scott Key. Diana Vreeland aveva una sorella, Alexandra Dalziel, ed era cugina di Pauline de Rothschild. La famiglia si trasferì alla fine della prima guerra mondiale negli Stati Uniti. Diana Dalziel sposò il banchiere Thomas Reed Vreeland nel 1924. Dopo il matrimonio la coppia [...]